PATENTE A2

La patente di categoria A2 consente di guidare motocicli aventi potenza non superiore a 35 Kw e rapporto potenza/massa non superiore a 0,20 kW/kg (nel caso di versione depotenziata, la potenza del veicolo da cui deriva non deve superare i 70 kW, cioè il doppio della suddetta potenza massima).

Per il conseguimento della patente A2 non occorre effettuare l'esame di teoria se il candidato è già in possesso di patente di categoria non inferiore alla A1; quindi il rilascio della patente verte solo nell'effettuazione della prova di guida.

Come per tutte le patenti, al candidato viene rilasciata una autorizzazione per esercitarsi alla guida “foglio rosa”. L’autorizzazione ha validità di 6 mesi e dà la possibilità di effettuare due prove d'esame. La prima prova comunque non può essere effettuata prima che sia trascorso un mese dalla data di rilascio dell’autorizzazione. 

L'esame pratico di  guida consiste:

  • in una verifica delle abilità tecniche nell’effettuare un percorso delimitato da coni comprendente le seguenti manovre: prova di equilibrio a velocità ridotta, passaggio in corridoio stretto, superamento dell' ostacolo, prove di frenata;
  • in una verifica dei comportamenti svolta su strada, dove l’allievo, viene seguito in autovettura dall’istruttore e dall’esaminatore, con quest’ultimo che a mezzo di ricetrasmittenti fornisce informazioni al candidato circa il percorso da seguire.

Autoscuola Moderna per il conseguimemto della patente A2 dispone di un motociclo particolarmnte indicato come il MT03 YAMAHA.